Ferrero: da alba al mondo

L’azienda è leader assoluta nel settore dolciario in Italia; prima in Germania e tra le prime in Europa e nel mondo.
Dal 1948 la fabbrica Ferrero di Alba ricorre a tecnologie sempre più efficienti per far fronte ad una domanda in continua crescita ed espande i propri confini prima in Europa e poi negli USA, Centro America, Sud Est Asiatico e Australia.
Oggi il Gruppo la cui sede è in Lussemburgo è composto da trentasette Società operative e tre centri di ricerca e sviluppo. Dai quattordici stabilimenti industriali escono più di novecentottantasettemila tonnellate di prodotti dolciari ogni anno grazie al lavoro di ventimilaquattrocento dipendenti.
Il sogno di Pietro Ferrero, fondatore dell’azienda, è raggiunto: togliere alla pasticceria la reputazione di genere elitario riservato a pochi o soltanto alle ricorrenze più importanti dell’anno. La sua idea di sfruttare le ricchezze del territorio piemontese, come le nocciole (è del 1946 la Pasta Gianduja o Giandujot e del 1949 la Cremalba poi Supercrema, l’antenata della Nutella) sancisce la storia di un’azienda fatta prima di tutto di persone e delle loro piccole e grandi intuizioni.